Lyrics

Saimon Fedeli Trio

12 LYRICS FROM AUTORITRATTO:

 

 

 

SAMBA PA TI

 

 

C'è stato un tempo in cui scrivevo molto e raccontavo quasi sempre solo di te

non si può dire che facessi altro me ne stavo chiuso in casa solo perché

rimuginavo sopra i miei difetti accumulavo panni sporchi vino e caffè

e poi del resto non avevo i soldi per andarmene a sballare come facevi te

 

Oggi ti guardo e non mi dici mai se sono stato capace di darti

la sicurezza di un uomo adulto con la dolcezza di un bambino negli occhi

un uomo e una donna moderni sai che hanno deciso di questi tempi

di condividere lo stesso tetto oltre al letto oggi è un fatto quasi quasi sospetto

 

Vivere insieme a me …….. non è mica facile

vivere insieme a te …….. è molto più difficile

come quando e se ……..con tutti i miei difetti

da quando sto con te ……..li ho modellati tutti

samba pa ti samba pa ti …ti voglio ad ogni costo

samba pa ti samba pa ti … al costo di uno sbaglio

samba pa ti samba pa ti ….accendi la mia vita

samba pa ti samba pa ti …..e non c’è via d’uscita

 

Domani forse sarò capace di non dare peso a tutte le sciocchezze

accumulate sotto le coperte stanche pensierose delle mie notti bianche

che un uomo si immagina saggio sai se si avvicina con gli anni alla cima

alcuni invece quando sgocciola il tempo puoi trovarli intenti a dare il cattivo esempio

 

Vivere insieme a me …….. non è mica facile

vivere insieme a te …….. è molto più difficile

come quando e se ……..con tutti i miei difetti

da quando sto con te ……..li ho modellati tutti

samba pa ti samba pa ti …ti voglio ad ogni costo

samba pa ti samba pa ti … al costo di uno sbaglio

samba pa ti samba pa ti ….accendi la mia vita

samba pa ti samba pa ti …..e non c’è via d’uscita

 

 

 

 

 

 

MILANO SWING

 

E adesso che è sbiadita l’epoca del vizio e della mondanità

seduta sul divano con il suo bicchiere in mano Milano che cosa fa?

 

Dimentica le stragi via Palestro via Fontana

preferisce le sfilate alla moda in qualche cantina

che adesso anche da noi chiamano “loft”

 

Milano non è il caso di restarci male ti sei giocata anche l’expo

e in linea con il tema “l’alimentazione” ti sei mangiata anche l’occasione

di prenderti sul serio dare il buon esempio rimettere il lavoro al centro

come sai far…

e invece gli assessori furbacchioni appaltano fuori

 

Milano la bellezza è negli occhi di chi guarda e non è certo un déjà vu

ci son salito ieri sulla tua Torre Branca per vederti da lassù

e ho visto galleggiare in mezzo ai grattacieli nuovi

tutti i sogni di chi ha una vita da riscattare

e viene qui a Milano a lavorare

 

Milano che fatica non trovare via d’uscita ne un parcheggio in doppia fila

tangenti e malavita qui ci mettono le dita come fossi una marmellata

 

E uomini d’affari che si fingono potenti

e potenti che si comprano i clienti dell’ultima ora

Milano voglio darti una mano scappiamo a Lugano

 

Milano non importa ci vediamo un’altra volta dove vado non lo so

le tangenziali piene con le luci sempre accese hanno un gusto un pò retrò

 

ma tutta stà menata de ciapà n’altra cadrega

per quatà tutta la spesa cun quàter malnàt

chi volta el cü a Milan scappa dal pan.

 

 

 

BELL'ITALIA

 

 

Ci sono cose che non vanno mica tanto bene

in quest’Italia cosi stanca che non si ripiglia

nonostante tutte le persone serie

qui si viene solo x andare in ferie

 

Per esempio non ho mai capito un cazzo

di come fanno certi furbi a non finire dentro

in Italia si lavora fuori norma

tanto poi faranno un altra sanatoria

 

E i giornalisti monteranno un altra storia

di quelle con il plastico a maggiore gloria

e fortunato chi si troverà indagato

gli offriranno un posto in televisione ben pagato

 

Ci sono state anche quest’anno le elezioni

e anche sta volta hanno fottuto i soliti milioni

ma per quando troveranno discrepanza

si saranno già riempiti la panza

 

Ma la mia Italia con tutta la sua storia

ha avuto uomini che han fatto la sua gloria

si sono tutti ribaltati nella tomba

a guardar questi che non hanno fatto nulla

 

Ma come faccio a spiegare ad un Tedesco

che non siamo noi i maiali ma è questo parlamento

come faccio a dire adesso ad un Inglese

che è lo stato che ci taglia le mani a fine mese

 

Che bell'Italia domenica allo stadio

con quelle curve sempre più pericolose

io le chiuderei porgendo le mie scuse

e riaprirei per voi le case chiuse

 

Che bell'Italia si vede sulla strada

ogni due buche c’è una rotonda nuova

gli autisti pubblici col cellulare in mano

e i motorini che ti sfrecciano sul naso

 

Abbiamo avuto tutti quanti una sventura

o qualche cosa che di notte ci faceva paura

abbiamo avuto tutti quanti un vecchio amico

che prima ti ha baciato e dopo ti ha tradito

Quest' Italia è cosi bella che gli hai fatto la corte

ma poi ti sei pentito di trovartela in moglie

cosi oggi a esser fiero di sentirsi italiano

di quelli come Toto con la radio in mano

chissà se c'è rimasto qualcuno

 

Che bell'Italia con tutte le sue chiese

con le sue lobby che tengono il potere

fra le sue ombre di dubbi e di segreti

non lascerò mio figlio solo con i preti

Non ci servono parole d’amore

qui ci vogliono opere buone

Che bell'Italia nemica della guerra

si parte solo in missione umanitaria

se scappa il morto ci spetta una medaglia

o nel ritorno ci lasceranno in india

 

Se questa Italia piena di talenti

mandasse a casa tutti i delinquenti

dagli Appennini al canale di Sicilia

rifarebbe ancora grande la sua storia

 

Che bell'Italia distesa sotto il sole

la sua bellezza ci toglie le parole

come una donna seduce chi la vuole

ma poi confonde l'amore col potere

 

Come una mamma non vede mai i difetti

anche dei figli più stupidi e bigotti

come se fosse la sola cosa giusta

possiamo tutti quanti dire basta.

 

 

 

TI SEI ACCORTA

 

Ti sei accorta che viviamo insieme   

da due anni e va tutto bene

che non è andata cosi tanto male

abbiamo i fiori sopra al davanzale

 

Ti alzi prima tutte le mattine

mentre io resto sempre un po’ a dormire

ma poi mi muovo e faccio anche il letto

ed ho imparato a stare molto attento

 

A non lasciare in giro bricioline

e lavo sempre tutte le tazzine

cosi che quando torni tutta stanca

ci diamo un bacio e non c’è niente

niente che ci manca

 

Sei tu la stella che brilla di più

l'unica voce che sento quaggiù

come una musica nuova stanotte

sei la canzone più dolce che ho mai sentito

suonare in mezzo all'estate …per me

 

Noi arrediamo casa quando piove

e scappottiamo quando esce il sole

ci siamo fatti anche una promessa

facciamo i bravi anche se c’è  festa

 

Noi siamo fatti per restare insieme

sarà la musica che ci sostiene

mi piace quel tuo vestitino nero

mi piaci solo tu sul mio divano nuovo

 

Sei tu la stella che brilla di più

l'unica voce che sento quaggiù

come una musica nuova stanotte

sei la canzone più dolce che ho mai sentito

suonare in mezzo all'estate

 

Ti sei accorta che viviamo insieme

da due anni e va tutto bene

che non è andata cosi tanto male

abbiamo il gatto sopra il davanzale

 

E poi abbiamo 3 televisioni

una taverna e due divani nuovi

e una raccolta di fotografie

per non trovarci soli all’imbrunire

 

Ma c’è una cosa che ti voglio dire

tutte le sere prima di dormire

ti voglio bene e voglio sia per sempre

che tutto questo senza te

non vale niente

 

 

 

CAPODANNO 2003

 

Faccio gli auguri a chi ha preso il mio posto accanto a te

in questa notte veloce come un botto

botto di capodanno anno 2003

 

Cos'è accaduto è triste spiegarlo o forse no

è capodanno e lei mi ha intontito

è uscita con un altro fingendo di no

 

Perciò mi ha detto all'ultimo minuto

che ha vinto un biglietto per Barcellona

ultimo posto niente paura ritornerò presto

 

Arrivederci a domani

se sembreremo ancora uguali

arrivederci alla fortuna

che sembra andata la sulla luna

e non ritornerai stasera

 

Che faccia faccio incontro agli amici che chiedono di te

non mi ricordo che cosa gli ho detto

ma era capodanno anche per me

 

Perciò lo ammetto non sono mica scemo

non potevo fare a meno di adocchiarla

visto la fiamma che aveva negli occhi appena l'ho vista

 

Si chiama Anna e non è un mistero che le piaccio davvero

mi ha confessato che stava con un altro

ma lui l'ha mollata stanotte è partito

 

Arrivederci a domani

se sembreremo ancora uguali

arrivederci alla fortuna

che sembra andata la sulla luna

e non ritornerai stasera

 

 

 

QUESTA ESTATE

 

Questa estate non è ancora finita

riprendiamoci la vita

rimettiamoci a suonare

e diamoci da fare

 

Inventiamo un altro modo

per non bucare più l'ozono

rifacciamo anche l’asfalto

ma usiamo materiali di scarto

 

Impariamo a cucinare

coi prodotti di stagione

non lasciamoci avvelenare

dalle repliche del telegiornale

 

 

Che le stelle sono tutte accese

e le nuvole di nuovo appese

con un filo trasparente

e una mano che le accende e le spegne

che le onde di questo mare

ci continuano a cullare

la mia barca è un pensiero distante

come la sponda dall'altra parte

 

 

C'è un messaggio dentro una bottiglia

dice a tutti state in guardia

c’è chi aspetta la sua conchiglia

e chi sale subito sull'onda

 

Cosi anche se non hai capito

ma pensi di essere un amico

posta a tutti questo messaggio

la vita è fatta come un viaggio

 

E siccome tutto questo è nostro

ma lo lasceremo presto

ai figli di questo progresso

non lasciamoli affogare in un cesso

 

 

Che le stelle sono tutte accese

e le nuvole di nuovo appese

con un filo trasparente

e una mano che le accende e le spegne

che le onde di questo mare

vi faranno innamorare

questa estate è calda come un sogno

e senti che ne avevi bisogno

 

 

 

SCARPE NUOVE

 

Con un paio di scarpe nuove

si può fare molte cose

puoi uscire con le amiche

e sentirti più felice

con un paio di scarpe nuove

mi hai chiesto per favore

di portarti in quel locale

dove ti piace ballare

 

Con un paio di scarpe nuove

hai trovato 1000 scuse

per uscire con gli amici

anche fosse un giro in bici

con un paio di scarpe nuove

sei andata a lavorare

e contavi che qualcuno

le notasse già al mattino

 

Con un paio di scarpe nuove poi ti compiacevi tutta

allo specchio non vedevi più la vita brutta

con un paio di scarpe nuove poi ti sei dimenticata

tutti gli appuntamenti e che sei fidanzata

 

Per un paio di scarpe nuove

non ci sono troppe scuse

se ti fanno stare bene

una per ogni occasione

con il tacco o ballerina

con la punta oppure tonda

stivaletto in pelle nera

sneakers bassa oppure vintage

 

Con un paio di scarpe nuove sai potremmo anche volare

se mi segui sulla pista e se ti lascerai guidare

balleremo tutta notte fino a consumarle tutte

cosi avrai una buona scusa per comprarne altre

 

Con un paio di scarpe nuove

si può andare in ogni dove

ma volendo ben vedere

non si esce quando piove

 

 

 

OGNUNO NEL SUO LETTO

 

Domani parto vado via

ti lascio una fotografia

di noi che non abbiamo mai

concluso niente

e poi quando sarò distante

confuso in mezzo a tanta gente

rimpiangerai molti momenti

nella tua mente

 

così non devi più pensare

cercando invano di cambiare

il solo modo che conosco

per amare

nell’universo che frequento

a nessuno appaio cosi strano

se tengo sempre un po' nascosto

ciò che amo

 

Ma si potevi avere tutto

compreso anche il mio tempo

prima di ogni altro

ma tu hai rovinato tutto

parlando d'egoismo

di ogni mio difetto

ti vado meglio adesso

ognuno nel suo letto

 

E adesso che tutto è passato

che con il tempo hai perdonato

ti chiedi se sia mai successo

o se hai sognato tutto

e anche se non l’hai capito

io sono stato sempre onesto

offro più di quel che costo

a qualunque prezzo

 

Ma si potevi avere tutto

compreso anche il mio tempo

prima di ogni altro

ma tu hai rovinato tutto

parlando d'egoismo

di ogni mio difetto

ti vado meglio adesso

ognuno nel suo letto

 

 

 

DIMMI ANCORA CHE

 

Dimmi ancora che

vuoi star con me

dimmelo anche se

ti vien da ridere

 

E’ normale amministrazione

delle cose dell’amore

cercare rassicurazione nelle parole

 

Nonostante ciò

se stai con me

non ti lascerò

senza sorridere

 

Sulla bocca e nelle mani

la stessa gioia che tu avevi

la sola cosa che vorrei dal mio domani

 

Dimmi ancora che

vuoi star con me

dimmelo anche se

ti vien da ridere

 

E’ soltanto una canzone

che parla ancora un pò d’amore

la sola medicina a tutte le tue paure

 

 

 

COME SABBIA

 

L'hai vista che ti sfugge come sabbia in riva al mare

questa vita ci costringe a non farci trovare

ci annusiamo da lontano ci illudiamo e costruiamo

dimmi a cosa sei disposto oltre a spendere te stesso

 

Adesso che va tutto bene

non vedi mai le tue catene

fai solo ciò che ti conviene

non chiedi aiuto non hai bisogno di me

 

Nella guerra di ogni giorno mi ero fatto un bel castello

dove mi bastava quello ero giovane e più bello

poi da vecchio la corrente l'indolenza e poi la sorte

ho incolpato anche il destino quando mi è finito il vino

 

E dentro agli occhi di un bambino

ho visto quanto ero deluso

quando mi ha dato il suo sorriso

ho chiesto aiuto e ti ho sentito vicino

 

Adesso che è finito anche l'ultimo granello

nelle mani porto il segno che mi brucia come un taglio

ho nascosto le mie lacrime ho tirato su le maniche

mi son fatto una ragione che assomiglia a una lezione

 

Adesso che va tutto bene

non puoi dimenticare il sale

che una lezione ti sa dare

sono cresciuto ma ti ho perduto papà

 

 

 

CUBA '98

 

Quel che mi piace di te

è che non sei come me

io sono fatto di terra e di vento

tu sei una stella caduta per sbaglio

 

Qui tra le palme di cocco e la sabbia

dove l’oceano ti scalda e ti spoglia

isola lontana di alcuni turisti

che con i soldi si affilano i denti

 

Non mi va di lasciarti una fotografia

sono qua solo per caso e non per portarti via

inutile cercare di spiegarlo

 

Sola con gli occhi di un altro pianeta

non aggiungesti alcuna parola

che senza fortuna era già abituata

non della notte azzurra di Cuba

 

Non mi va di lasciarti sola lungo questa via

dammi il sogno di una mattina limpida di nostalgia

lontano lungo il volo di ritorno

 

Quel che mi piace di te

è che non sei come me

io sono fatto di terra e di vento

tu sei una stella caduta per sbaglio qui

 

 

 

FRAMMENTO

 

E’ soltanto un fischio nel vento come un lamento

quasi distratto che passa di qua’

ma ti sento frugarmi dentro al petto

maledetto disco chiuso in un cassetto di tanti anni fa

 

Il motivo è che sono rimasto sedotto da tutto

quello che hai scritto quella notte

e anche adesso nonostante il tempo

tutta questa pioggia caduta sull'asfalto evaporerà

 

Ma rimane qualcosa di nascosto come in un cassetto

dentro le pieghe della mente

una nota nascosta in una strofa un piccolo silenzio

che riavvolge il tempo come fosse un nastro

 

Ecco cosa ci resta di una vecchia storia

ecco cosa rimane di un piccolo pezzo di gloria

 

 

E’ soltanto un mucchio di inchiostro sbiadito dal tempo

nel mio cassetto di cento anni fa

ma ti leggo rapito dal momento

tutto d’un fiato quale fosse un sorso d’eternità

Il motivo è che sono rimasto sedotto da tutto

quello che hai scritto quella notte

e anche adesso nonostante il tempo

tutto questo caldo scioglierà l’asfalto di questa città

 

Ma ti ricordi guardavi nello specchio l'inutile difetto

di come avevi fatto a non cadere vittima di me

nel frattempo hai fatto un altro figlio

e nel tuo nascondiglio rileggi questo foglio

come fosse tutto ciò che c’è

 

Ecco cosa ci resta di una vecchia storia

ecco cosa rimane di un piccolo pezzo di gloria

ecco cosa riserva per noi la memoria

un frammento lontano che torna come torna la pioggia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Copyright @ All Rights Reserved